MINERALI, FLORA E FAUNA DI CIVILLINA

Minerali. Il Monte Civillina, cui si accede sia da Valdagno che da Recoaro Terme, deve alla sua origine vulcanica la grande varietà e abbondanza di minerali presenti, alcuni dei quali rari, come la johannsenite. Tale ricchezza ha favorito l’insediamento di diverse miniere sin dall’epoca romana, ma lo sfruttamento intensivo si ebbe sotto la dominazione della Repubblica di Venezia, tra il ‘400 e il ‘500, quando sorsero varie società per l’estrazione di argento, piombo, zinco e bario. L’attività continuò, sempre meno intensamente, sino alla fine degli anni Sessanta del Novecento, con l’estrazione di galena, manganese, caolino e quarzite.


Flora. La località regala meravigliose fioriture di giglio martagone, aquilegia, rosa di Natale, fior di stecco, gladiolo dei campi e lilioasfodelo minore, un piccolo giglio con i fiori bianchi a grappolo.



Fauna Questi luoghi costituiscono l’habitat ideale per molti animali selvatici, tra cui la Volpe, il Tasso, la Faina e la Donnola. Il più grande mammifero presente è il Capriolo, mentre, tra le oltre cinquanta specie di uccelli, si segnalano il Picchio Muratore e il Crociere.

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag