La trota della Valchiampo

La valle del Chiampo si snoda fra le Piccole Dolomiti e i monti Lessini per una lunghezza di circa 30 Km.

Il torrente che la attraversa, il Chiampo, nasce nel comune di Crespadoro e confluisce nel torrente Alpone, presso San Bonifacio.

L’alta valle del Chiampo ha una solida tradizione nel settore della troticoltura. Le specie oggetto d’allevamento sono la trota fario (Salmo trutta fario) e la trota iridea (Oncorhyncus mykiss), presenti all’interno di vasche alimentate dall’acqua corrente del Chiampo.






In tali vasche le trote sono divise per taglia: le più piccole si trovano a monte dell’impianto, mentre quelle più grandi a valle. Gli impianti sono dotati di sistemi automatici di ossigenazione dell’acqua per far fronte al calo del livello di ossigeno disciolto nelle situazioni di ridotta portata del fiume.

La trota dell’alta valle del Chiampo presenta notevoli proprietà diete-tico-nutrizionali, grazie ad un ap-porto calorico inferiore alla media e all’assenza di metalli pesanti.

Tali caratteristiche, unitamente alla ricchezza di acidi grassi omega-3, fanno di questa trota un alimento ideale anche per la dieta di bambini, neonati e donne in gravidanza.


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag